Accessibilità e Italia

Si parla spesso, nostro malgrado, di come l’Italia sia ben lontana rispetto ai traguardi raggiunti nel resto d’Europa per quanto riguarda il problema dell’accessibilità. Prendere il treno o la metropolitana, accedere a edifici pubblici, ma anche entrare semplicemente in casa propria sembra essere un sogno lontano anni luce nel nostro Paese. Eppure, sono ben oltre 3 milioni i disabili in Italia, senza contare che siamo uno dei Paesi più “vecchi” in Europa. Sembra, però, che questi dati non bastino a trovare una soluzione a questo enorme problema che affligge milioni di persone e impedisce loro di condurre una vita normale e indipendente.

Anche nel campo dell’accessibilità, l’Italia ha deciso di rimanere indietro rispetto agli altri Paesi europei e venire evidenziata, ancora una volta, per le sue strutture architettoniche complesse e prive di agevolazioni per le persone disabili e anziane. Per chi è impossibilitato a camminare o ha delle difficoltà motorie, uscire di casa e affrontare una qualsiasi città italiana sembra un’impresa impossibile. Così, anche chi vorrebbe condurre una vita in totale autonomia, ne è impossibilitato ed è costretto a essere accompagnato da un familiare o amico anche per svolgere le commissioni più semplici. Considerando il prezzo di un montascale, che può apparentemente sembrare elevato, ma permettere al contempo di risolvere una situazione insostenibile, non dovrebbe essere così difficile prendere la decisione di attrezzare gli edifici pubblici di questo macchinario e consentire anche alle persone disagiate di superare alcuni ostacoli.

Ma il problema italiano non è solo la mancanza di supporti per le persone con difficoltà motorie; anche laddove sono presenti mezzi alternativi che, almeno in teoria, dovrebbero servire a venire incontro a simili problemi, ne sorgono degli altri. Ascensori rotti, scale mobili fuori uso, rampe troppo ripide… insomma, sembra che queste strutture vengano realizzate solo a scopo di bellezza e per restare inutilizzate per mesi o, addirittura, anni.

Un altro dei problemi maggiori sull’accessibilità in Italia, riguarda una cosa che dovrebbe essere scontata per tutti: entrare e uscire dalla propria abitazione. Molti condomini non sono dotati di ascensore e, sempre considerando il prezzo di un montascale, spesso si rinuncia all’acquisto, causando enormi disagi alle persone anziane e ai disabili.